Malattie Endocrine Ospedale San Giuseppe

L’unità operativa di Malattie Endocrine dell’Ospedale S. Giuseppe è stata istituita nel 1999 con l’obiettivo di creare un reparto ad alta specializzazione per la diagnosi e la cura del diabete mellito e le sue complicanze acute e croniche e di tutte le principali malattie delle ghiandole endocrine (ipofisi, tiroide, paratiroidi, surreni, gonadi).
Nasce dalla stretta collaborazione di specialisti in diabetologia, endocrinologia e malattie metaboliche dell’osso. Dirige la struttura un Professore Associato universitario nell’ambito della convenzione tra Università degli Studi di Milano e Ospedale Classificato S. Giuseppe che ne fa una delle sedi del polo didattico centrale.
Grazie ad una struttura articolata in ambulatori generali e dedicati, day hospital e letti di degenza l’unità vuole offrire ai pazienti una assistenza continuativa nel tempo e non occasionale delle patologie trattate, e ai loro medici di famiglia un sicuro riferimento specialistico.

Direttore

Maura Arosio

Aiuto

Guido Pietro Adda

Assistente

Laura Montefusco

Antonio Rossi

Negli ultimi 5 anni medici afferenti all’UO hanno pubblicato su riviste scientifiche nazionali ed internazionali di rilievo (con Referee e reperibili su Pub-Med ) e hanno presentato a Congressi Nazionali ed Internazionali studi inerenti principalmente i seguenti argomenti:
acromegalia (epidemiologia, diagnosi e terapia)
ipopituitarismo (deficit di GH e di ACTH, diagnosi e terapia)
nefropatia diabetica
masse surrenaliche di riscontro occasionale (diagnosi differenziale, evoluzione nel tempo, complicanze metaboliche ed ossee)
ipersurrenalismo subclinico
Sono in corso nuovi studi che riguardano l’ipotiroidismo autoimmune, la diagnosi differenziale del nodulo tiroideo, le complicanze della sindrome di Cushing.

Ricoveri ordinari:
circa 250 /anno; ricoveri in Day Hospital (prossimamente MAC): circa 100-150/anno
Attività ambulatoriale ambulatori generali e dedicati):
più di 3000 visite /anno con il SSN di diabetologia e circa 3000 visite /anno con il SSN di endocrinologia; circa 450 consulenze intra-ospedaliere /anno, a cui va aggiunta l’attività libero-professionale dei singoli medici.

Patologie ipofisarie (anche in gravidanza):
acromegalia, iperprolattinemie (dd macroprolattinemia ed “effetto gancio”),
adenomi non funzionanti, m. di Cushing; deficit di GH (adulto ed età di transizione ) e di ACTH (centro rete malattie rare della Regione)
Diabete mellito tipo 1 e 2 dell’adulto:
microinfusori, diabete gravidico e gestazionale, forme secondarie. Patologie surrenaliche:
masse di riscontro occasionale (“incidentalomi”) o clinico; ipertensioni endocrine. Gozzo e noduli tiroidei in équipe con anatomia patologica, chirurgia ed otorino; tumori differenziati della tiroide (papillifero e follicolare): valutazione della tireoglobulina dopo stimolo con rTSH.
Ipo ed ipertiroidismi in tutte le fasce di età ed in gravidanza. Osteoporosi: primitive e secondarie, possibilità di terapia con somministrazione di ac. zoledronico per via sistemica, annuale.
Iperparatiroidismo primitivo.
Iponatremia da SIAD