Un “trucco” per stare meglio: l’ospedale MultiMedica di Castellanza apre le porte al make up per pazienti oncologiche

Una lezione di trucco dedicata alle donne con tumore per affrontare i momenti critici della malattia e scoprire come sentirsi belle nonostante gli effetti che i trattamenti hanno sulla psiche e sul corpo.
Lunedì 26 giugno l’Ospedale MultiMedica di Castellanza apre le porte ad una sessione di make up per le pazienti oncologiche. Dalle 15.00 un’esperta make up artist della Scuola di estetica oncologica APEO sarà a disposizione delle pazienti presso l’auditorium dell’Ospedale MultiMedica di Castellanza per illustrare la teoria e la pratica dell’arte di valorizzare il proprio viso con i segreti del make up. Guardarsi allo specchio, osservare i cambiamenti del proprio corpo e trovare la forza di accettare gli effetti della terapia oncologica, è uno dei momenti più difficili nel percorso di chiunque stia lottando contro un tumore. Specialmente per una donna, dover fare i conti con la trasformazione del viso e del corpo, arrivando anche a mettere in discussione la propria femminilità, è una sfida ulteriore da dover affrontare quotidianamente. Ma c’è un “trucco” che può trasformare il momento di sconforto in punto di forza: ombretti, rossetti, cipria e mascara per dare una spinta all’autostima delle donne colpite dal cancro al seno.
Il progetto nasce per volontà del Centro di Senologia del Gruppo MultiMedica, diretto dalla Dr.ssa Bettina Ballardini che spiega il perché dell’iniziativa: “Un ‘trucco’ per stare meglio nasce dalla filosofia del nostro Centro di Senologia caratterizzata dalla volontà di prendersi cura delle donne in modo completo, per accompagnarle nel percorso terapeutico in modo multidisciplinare e integrato. Un progetto che vede le donne, nella loro interezza, vere protagoniste – non solo come un seno da operare o una terapia medica da prescrivere – aiutandole ad acquisire consapevolezza delle proprie risorse, e che al contempo fornisce ai medici gli strumenti per ‘valutare’ la donna nella sua totalità, non solo per la sua condizione clinica”.
Grazie al supporto attivo dell’Associazione C.A.O.S. ONLUS (Centro Ascolto Operate al Seno), guidata da Adele Patrini, l’evento prevede la partecipazione gratuita di tutte le pazienti oncologiche che vorranno sperimentare i benefici del make up sul corpo e sulla mente. “Una esperta truccatrice della Scuola di estetica oncologica APEO utilizzerà una linea di prodotti dedicati – spiega Adele Patrini -. Il fatto che un ospedale si attivi per integrare le terapie radianti, chirurgiche e mediche con fard, rossetti e altre attività, come il nordic walking, permette alle donne di ‘tirar fuori’ risorse che pensavano perdute: acquisiscono nuova consapevolezza della propria femminilità, trovando e rafforzando i propri punti di forza, facendo leva su energia, creatività e passione. Si tratta di percorsi di umanizzazione rappresentativi di una ‘medicina’ integrata che cambia il rapporto tra individuo, società e malattia”.
Ogni anno nel Centro di Senologia di MultiMedica (che comprende oltre Castellanza anche gli Ospedali San Giuseppe e di Sesto San Giovanni) vengono operate di tumore alla mammella più di 250 donne. “Per queste donne – conclude la Dr.ssa Ballardi – imparare a prendersi cura di sé è sempre benefico, se poi con il trucco si ha anche un effetto positivo sulla propria immagine l’effetto ‘boost’ è assicurato”. In allegato la locandina dell’iniziativa.
L’Associazione C.A.O.S. ONLUS (Centro Ascolto Operate al Seno) nasce a Varese nel 2003 con l’intento di offrire un servizio dedicato alla donna che vive l’esperienza del tumore al seno ed accompagnarla, con sensibilità e passione, nel percorso: prima, durante e dopo la malattia, chiamando a raccolta medico, famiglia ed istituzioni.