Alimentazione

L’abbronzatura comincia a tavola

Per ottenere un’abbronzatura bella ma anche “sicura”, oltre all’utilizzo di creme e protezioni solari (indispensabili per proteggere l’epidermide) è buona regola curare l’alimentazione, assumendo alimenti ricchi in acqua, sali minerali e vitamine.

Tra tutti il mitico betacarotene, di cui tanto si sente parlare con l’arrivo della bella stagione, un elemento precursore della vitamina A, che riveste un ruolo fondamentale nel favorire l’abbronzatura perché stimola la formazione di melanina, la quale protegge la pelle e le dà il colore auspicato. Il betacarotene è di colore arancione e i cibi che ne sono più ricchi sono le carote, il prezzemolo, i peperoncini, la rucola, il basilico, i pomodori, i peperoni, il melone. Ruolo importante rivestono anche gli antiossidanti, in grado di proteggere la pelle dall’invecchiamento cutaneo e dagli effetti dannosi dei raggi UV. Quelli naturali sono la già citata vitamine A, le vitamine C ed E, il selenio e il coenzima Q-10, contenuti in frutta e verdura, come le già citate carote ma anche gli spinaci, il radicchio rosso e le albicocche, per citarne solo alcuni.

123rf_30519918_webAltri elementi protettivi, naturalmente presenti nei “prodotti” dell’estate, sono il licopene (ad es pomodori) e il meno noto ubichinone, estratto dal lievito e dai vegetali, che esercita un’azione fortemente antiossidante in grado di diminuire la degenerazione cellulare.

Infine, può essere utile assumere alimenti che aiutano a prolungare l’abbronzatura, cioè latte e pesce, ricchi di omega 3 e omega 6, importanti per la formazione e sintesi di collagene e rilastina, che rendono la pelle elastica e nutrita.
Da non dimenticare l’acqua, molto importante per mantenere la cute idratata e reintegrare le grosse perdite di liquidi causate dalla sudorazione.

Quindi, brevemente, i 5 consigli per un’abbronzatura al top sono:

  • Bere almeno 2 litri di acqua al giorno
  • Bere anche succhi di frutta e spremute
  • Consumare molta frutta e verdura colorate e verdi
  • La verdura va consumata cruda o cotta al vapore
  • Tra i condimenti preferire l’olio extravergine di oliva perché aumenta l’assorbimento del betacarotene

 

IL MENU DELLA VITAMINA A

Colazione
  • Una tazza di latte parzialmente scremato o un vasetto di yogurt magro alla frutta
  • Due fette biscottate con marmellata di pesche o albicocche o quattro cucchiai di corn flakes
Pranzo
  • Insalata di spinaci con pinoli e uvetta
  • Fusilli al tonno
Merenda
  • Tre albicocche
Cena
  • Carpaccio con rucola e parmigiano
  • Un panino
  • Macedonia di ciliegie, albicocche, pesche e una banana