Diagnosi e cure

Cinque cose che non sai su l’Ecocardiogramma

Il tuo medico di base o il tuo cardiologo ti hanno prescritto un ecocardiogramma? Non c’è da preoccuparsi, si tratta di un esame non invasivo e indolore che può fornire informazioni molto approfondite e importanti sulla salute del tuo cuore. La specialista dr.sssa Maria Clemencia Araujo Anjosce lo spiega in cinque semplici punti.

1 – Cos’è?

È una valutazione a fini diagnostici che fornisce un quadro dettagliato sulla morfologia e sul funzionamento delle camere cardiache, delle valvole e dei vasi arteriosi e venosi che si connettono al cuore. Questo esame differenzia i soffi cardiaci “innocenti” (di comune riscontro e che non devono, dunque, preoccupare) da quelli patologici. Quando il soffio è patologico siamo di fronte a una malformazione/disfunzione congenita o acquisita delle valvole cardiache.

2 -Perché è importante nella malattia coronarica?

L’ecocardiogramma valuta la presenza, la gravità e la progressione di una malattia coronarica e monitora lo stato di salute del paziente che ha avuto un infarto. Parte integrante di questo procedimento diagnostico, nei pazienti per i quali viene data l’indicazione, è la valutazione della risposta del muscolo cardiaco al test farmacologico (Ecostress).
L’ecocardiogramma valuta la presenza, la gravità e la progressione di una malattia coronarica e monitora lo stato di salute del paziente che ha avuto un infarto. Parte integrante di questo procedimento diagnostico, nei pazienti per i quali viene data l’indicazione, è la valutazione della risposta del muscolo cardiaco al test farmacologico (Ecostress).

3 – A chi si pratica?

L’ecocardiogramma è prescritto dal medico di base o dal cardiologo ai pazienti che soffrono di scompenso cardiaco o ai quali siano stati diagnosticati soffi cardiaci patologici o soffi di dubbia interpretazione (vedi sopra). L’ecocardiogramma è indicato in pazienti affetti da malattie sistemiche con possibili complicanze cardiache. Particolarmente importante è l’esecuzione periodica di questo esame nei pazienti sottoposti a trapianto cardiaco. Quest’esame inoltre è un valido sussidio diagnostico nei pazienti affetti da ipertensione arteriosa. L’ecocardiogramma rientra nel protocollo di screening nella Medicina dello Sport. È un esame di secondo livello prescritto dal medico sportivo qualora si rendessero necessari ulteriori approfondimenti per certificare l’idoneità dell’atleta all’attività agonistica.

4 – Nessun dolore

L’esame non è invasivo e si esegue in ambulatorio. Il paziente è disteso sul fianco sinistro e il cardiologo posiziona una sonda ad alta sensibilità sul suo torace in corrispondenza dell’area cardiaca. Un monitor collegato alla sonda riproduce immagini che saranno in tempo reale osservate dal cardiologo ed eventualmente dal tecnico sonografo e, una volta registrate, saranno refertate dal cardiologo specialista. La durata dell’esame è di circa 20 minuti e non ha controindicazioni.
L’esame non è invasivo e si esegue in ambulatorio. Il paziente è disteso sul fianco sinistro e il cardiologo posiziona una sonda ad alta sensibilità sul suo torace in corrispondenza dell’area cardiaca. Un monitor collegato alla sonda riproduce immagini che saranno in tempo reale osservate dal cardiologo ed eventualmente dal tecnico sonografo e, una volta registrate, saranno refertate dal cardiologo specialista. La durata dell’esame è di circa 20 minuti e non ha controindicazioni.

5 – Dopo l’esame

Al termine dell’esame, il paziente viene da subito informato sulla condizione del suo cuore.Durante il colloquio sarà cura del cardiologo illustrare eventuali anomalie riscontrate e suggerire il percorso diagnostico terapeutico funzionale alla risoluzione del problema. L’Heart team dell’Irccs cardiovascolare MultiMedica di Sesto San Giovanni è in grado di garantire un approccio globale alla condizione clinica del paziente mettendo a sua disposizione tutta la competenza e la disponibilità dei suoi specialisti, oltre che tutti gli strumenti e la tecnologia d’avanguardia per una diagnostica e un trattamento d’eccellenza.
Al termine dell’esame, il paziente viene da subito informato sulla condizione del suo cuore. Durante il colloquio sarà cura del cardiologo illustrare eventuali anomalie riscontrate e suggerire il percorso diagnostico terapeutico funzionale alla risoluzione del problema.
L’Heart team dell’IRCCS Cardiovascolare MultiMedica di Sesto San Giovanni è in grado di garantire un approccio globale alla condizione clinica del paziente mettendo a sua disposizione tutta la competenza e la disponibilità dei suoi specialisti, oltre che tutti gli strumenti e la tecnologia d’avanguardia per una diagnostica e un trattamento d’eccellenza.

PrenotaOnline