Eventi

Voglio investire su me stesso. E se facessi l’infermiere?

È curioso, i bisogni dell’altro sono la priorità, ma sa pure ascoltare se stesso e prendere le decisioni con determinazione. Non si sottrae alle sfide. Studia molto ed è ambizioso, il suo senso di responsabilità lo caratterizza e l’empatia è qualità altrettanto spiccata.
Cos’altro contraddistingue l’infermiere? È orgoglioso del suo ruolo, è decisivo nella relazione di cura e il suo sapere è a disposizione della squadra per garantire un’assistenza di qualità.

Il mestiere di infermiere mantiene un alto fascino e lo dimostra il buon numero di giovani che ogni anno scelgono di affrontare il test di ammissione ai Corsi di laurea in infermieristica: oltre 80mila in tutta Italia nel 2014 con un lieve calo lo scorso anno.
Una professionalità che si evolve nei tempi che cambiano. Oggi sempre più sul territorio oltre che in corsia, per rispondere a una domanda sempre più personalizzata di cura.

In MultiMedica i giovani studenti che scelgono la carriera sanitaria hanno l’opportunità di vivere un’esperienza unica, a contatto con l’attività che andranno a svolgere una volta laureati, ma anche vita di gruppo, studentesca, di amicizia e creatività.
L’Ospedale San Giuseppe, polo didattico dell’Università degli Studi di Milano, e l’IRCCS MultiMedica, polo didattico dell’Università di Milano- Bicocca ospitano ad oggi circa 300 studenti, suddivisi nelle due sedi, che qui crescono e indirizzano il proprio futuro.

Ma cosa attira i giovani a scegliere questa carriera?

L’infermiere deve avere capacità di natura tecnica sicuramente, ma anche relazionale ed educativa, psicologica- spiega Sabrina Bezze, Coordinatrice del Corso di Laurea in Infermieristica, Università degli Studi di Milano Bicocca – i ragazzi che arrivano qui hanno una forte predisposizione all’assistenza e spesso hanno già svolto volontariato o hanno sperimentato l’importanza di una cura competente per motivi familiari”. Nei tre anni di corso, poi, ogni studente approfondisce i suoi interessi e le specializzazioni sono molto diverse: c’è chi preferisce lavorare con i bambini, chi nell’ambito della prevenzione, chi con le persone con disabilità e nell’ambito palliativo o nelle unità di emergenza. Ognuno trova la sua strada e trova gratificante la sua personale scelta”.

In ogni scelta che la vita ci pone davanti, conosciamo meglio noi stessi. Mai più vero per chi prende la decisione di diventare infermiere.
I ragazzi che si avvicinano a questa professione non scelgono soltanto un lavoro – spiega Paola Ripa, Direttore didattico del corso di Laurea in infermieristica all’Università degli Studi di Milano, sede dell’Ospedale San Giuseppe – ma vanno alla riscoperta di se stessi. Si confrontano con i loro limiti, i loro talenti che finora non conoscevano davvero, scoprono che l’unico modo per svolgere bene il loro ruolo è dando il meglio di se stessi, si scoprono ambiziosi ma grintosi. Alla loro età non si è soliti pensare alla vita e alla morte come a qualcosa di vicino mentre questi studenti compiono uno sforzo di crescita e conoscenza verso la realtà che li circonda. Sono giovani che amano la vita e la bellezza. È un rapporto reciproco con la città e la struttura che li ospita, apprezzano il centro e i luoghi della loro formazione e al contempo trasmettono durante i corsi e nei loro tirocini l’estro e la creatività di cui sono capaci. Sono ragazzi fieri del loro camice ed è un orgoglio vederli così appassionati”.

Una volta concluso il percorso formativo, cosa li aspetta?

Questi giovani infermieri si preparano a scenari professionali nuovi.
I laureati trovano la prima opportunità a pochi mesi dal titolo – aggiunge Bezze – e rispondono a una domanda nuova di assistenza, quella domiciliare, e territoriale, nei contesti della prevenzione e di libera professione”.
La classe di ragazzi che ha concluso da poco il ciclo di studi – precisa Ripa – ha ricevuto molte offerte di lavoro a tempo indeterminato. In generale l’infermiere trova con più facilità un’occupazione stabile. Anche in questi tempi di flessibilità contrattuale”.

Le iscrizioni ai test di ammissione per il corso di Laurea in Infermieristica sono aperte e la data della prova di selezione è stata fissata dal Miur per il 13 settembre 2016. Ulteriori informazioni e documentazione sono reperibili sui siti www.unimi.it e www.unimib.it .