Diagnosi e cure

Cosa fare in caso di scottature solari

È capitato a tutti, almeno una volta nella vita, di scottarci per via del troppo sole.
Molto spesso, per lenire i fastidi delle scottature, ci siamo sentiti consigliare le cose più strane.
Abbiamo chiesto alla dr.ssa Monica Negri, Specialista in Dermatologia del Gruppo MultiMedica, di aiutarci in caso, questa estate, noi o i nostri conoscenti incorrano in questo problema.
Ecco alcuni semplici suggerimenti:

  1. Ai primi segni di scottatura evitare un’ulteriore esposizione al sole sino alla guarigione completa.
    La cute, poiché precedentemente danneggiata, va esposta con molta cautela, per breve tempo e usando una protezione solare elevata
  2. Applicare impacchi di acqua fresca per alleviare dolore e bruciore.
    Evitare l’acqua troppo fredda o il ghiaccio
  3. La pelle quando subisce un danno termico perde la sua normale idratazione.
    Molto importante è quindi idratarla con creme idratanti e emollienti, per esempio a base di acido ialuronico e vitamina E 1 e bere molto liquidi. Prestare particolare attenzione ai bambini che vanno più facilmente incontro a disidratazione
  4. ln caso di un eritema importante è indicato l’uso di crema a base di corticosteroidi. Vanno evitate invece crema anestetiche o antistaminiche perché possono provocare reazioni allergiche e peggiorare la scottatura
  5. In caso di dolore e/o bruciore intenso e persistente si possono assumere per via orale antinfiammatori o il paracetamolo
  6. Se la scottatura solare è importante e oltre all’eritema compaiono le bolle può essere necessaria anche una terapia locale antibiotica per prevenire sovrainfezioni batteriche
  7. In caso di scottature gravi in cui si presentano sintomi da disidratazione (secchezza delle fauci, sete eccessiva, mal di testa .. ) o sintomi da colpo di calore (sudorazione, tachicardia, tachipnea, stanchezza, ipotensione … )consultare il medico per le cure sistemiche adeguate.