Diagnosi e cure

Defibrillatore Sottocutaneo in cinque punti

Che cos’è la morte cardiaca improvvisa?

La morte cardiaca improvvisa è una morte inaspettata causata in genere da una aritmia ventricolare. L’unico mezzo di prevenzione, ad oggi, è rappresentato dall’impianto di defibrillatore Sottocutaneo o transvenoso.

 


CuoreDip2Che cos’è’ u n ICD Sottocutaneo e qual è la differenza con un ICD transvenoso?

L‘ICD Sottocutaneo o S-ICD è un defibrillatore impiantabile sottocutaneo che sente, riconosce e tratta le tachiaritmie ventricolari potenzialmente letali e previene la morte cardiaca improvvisa (SCD).
Al contrario degli ICD transvenosi, nei quali gli elettrodi vengono inseriti nel cuore attraverso una vena e attaccati alla parete cardiaca, gli elettrodi del sistema S-ICD sono collocati appena sotto la pelle, evitando quindi le potenziali complicanze associate agli elettrodi transvenosi, come le fratture dell’elettrodo.


CuoreDip3Qual è il potenziale candidato all’impianto di S-ICD?

I candidati per i quali è preferibile un impianto di ICD Sottocutaneo sono coloro che non hanno un accesso venoso o coloro che sono ad alto rischio di complicanze con l’accesso transvenoso.
Essendo un dispositivo salvavita, i soggetti giovani sono quelli che ne beneficerebbero maggiormente in quando più esposti ad un eventuale rischio di malfunzionamento dell’elettrodo transvenoso in considerazione dell’aspettativa di vita.


CuoreDip4Come funziona un S-ICD?

Quando viene rilevato l’arresto cardiaco improvviso, l’elettrodo eroga una scarica al cuore simile a quella delle piastre dei defibrillatori esterni usati dai paramedici.
Come tutti i dispositivi a batteria, la vita del sistema S-ICD dipenderà da quanto questa sarà usata, ossia da quante scariche salvavita erogherà.


CuoreDip5Come viene impiantato un ICD Sottocutaneo?

L’S-ICD non necessita di elettrodi nel cuore.
È composto da un generatore di impulsi e un unico elettrodo, entrambi vengono impiantati per via sottocutanea sotto la pelle nel lato sinistro del corpo, accanto alla cassa toracica.
La caratteristica che dona esclusività all’impianto dell’S-ICD in MultiMedica consiste nell’approccio multidisciplinare caratterizzato dalla formazione di un’equipe costituita da elettrofisiologo e cardiochirurgo nell’applicazione di tale device sotto un muscolo dentato anteriore.

L’approccio sottomuscolare garantisce un lifting estetico della tasca di contenimento del device; se consideriamo che il paziente portatore di S-ICD è generalmente un paziente di giovane età, questo rappresenta una aspetto a favore di una più snella accettazione di tale impianto.
Inoltre la possibilità di usufruire di più risorse professionali in sala operatoria rappresenta una maggiore garanzia per il paziente e una maggior sicurezza nell’affrontare tale procedura.

L’Heart team dell’IRCCS Cardiovascolare MultiMedica di Sesto San Giovanni è in grado di garantire un approccio globale alla condizione clinica del paziente mettendo a sua disposizione tutta la competenza e la disponibilità dei suoi specialisti, oltre che tutti gli strumenti e la tecnologia d’avanguardia per una diagnostica e un trattamento d’eccellenza.

PrenotaOnline