Prevenzione

Diabete in estate: cinque consigli per chi parte

1 – Bevi… alla salute!

123rf_32314934_l_web
L’acqua, lo sappiamo, è alleata di salute. In estate soprattutto, berne in abbondanza aiuta a reintegrare i liquidi persi a causa di un’aumentata sudorazione. Inoltre, quando i livelli di glicemia sono elevati (>180 mg/dl) si perdono ulteriori liquidi perché aumenta la quantità di urine; perciò bere acqua è importante per ristabilire una corretta idratazione. Al bar o al ristorante, attenzione alle etichette: bevande in bottiglia e lattina, così come gli integratori, “senza zuccheri aggiunti” sono “falsi” amici della persona con diabete perché possono nascondere calorie nascoste.

2 – Sport? si, ma nel modo giusto e al momento giusto

people-369226_web
L’attività fisica fa bene e l’estate invoglia al movimento all’aria aperta. Un toccasana soprattutto per le persone con diabete, che così riescono a tenere sotto controllo i livelli glicemici. Nel periodo estivo, sì al nuoto al mare o in piscina e sì alle passeggiate. Attenzione, invece, alle attività molto intense, soprattutto per chi segue una terapia insulinica perché la comparsa di ipoglicemia può essere pericolosa. Occhio anche alle temperature: il caldo può giocare brutti scherzi! Meglio mettersi in moto di buon mattino oppure nel tardo pomeriggio, quando l’aria è più fresca. Si evita in questo modo un’eccessiva sudorazione.

3 – Buon appetito. O meglio, appetito buono!

123RF_14446528_xl_web
Una dieta varia può far molto contro il diabete di tipo 2. E soprattutto in estate la frutta e la verdura dovrebbero essere presenti a ogni pasto. Gli zuccheri della frutta sono semplici ma sono “mescolati” insieme alle fibre e il consiglio è di prenderne 3 porzioni al giorno. Pesche, albicocche, prugne, susine vanno benissimo e anche l’anguria – sfatiamo un mito – che contiene zuccheri ma soprattutto molta acqua, per cui può aiutare nel reintegro dei liquidi.

4 – Anche i farmaci preferisco il fresco

cooler-bag-819092_web
Le terapie per il diabete richiedono alcuni accorgimenti contro gli sbalzi di temperatura. Per coloro che necessitano di insulina è bene ricordarsi che il preparato da iniettare è molto sensibile al caldo: le penne non vanno esposte a fonti dirette di calore, meglio custodirle in luoghi protetti e asciutti. Conservare in frigorifero o in borse termiche le scorte dell’insulina durante il viaggio: il bagaglio potrebbe essere posto in locali di cui non si conosce la temperatura (stive o bagagliai).

5 – Mai abbassare la guardia

PB_unit-of-pressure_web
L’ipertensione arteriosa è comune fra le persone con diabete di tipo 2 giocando un ruolo decisivo nella progressione delle complicanze vascolari secondarie al diabete. La persona con diabete deve monitorare costantemente i valori glicemici e la pressione arteriosa e ancora di più dovrebbe ricordarselo in estate perché le variazioni di pressione possono aumentare; in particolare il caldo può portare ad abbassamenti della pressione.
Ricorrere al parere del medico può essere sempre utile quando si avvertono i primi sintomi di sbalzo di pressione o legati alle variazioni dei valori glicemici durante le vacanze: lo specialista potrebbe adattare la terapia al periodo e alla singola situazione.

 

Il dipartimento di Diabetologia e malattie metaboliche dell’IRCCS MultiMedica di Sesto San Giovanni è in grado di garantire un approccio globale alla condizione clinica del paziente mettendo a sua disposizione tutta la competenza e la disponibilità dei suoi specialisti, oltre che tutti gli strumenti e la tecnologia d’avanguardia per una diagnostica e un trattamento d’eccellenza.

Dott. Stefano Genovese, Diabetologia e Malattie Metaboliche, IRCCS MultiMedica