Prevenzione

L’invecchiamento cutaneo

L’invecchiamento cutaneo è legato in parte ad una componente genetica e in parte ad una serie di fattori esogeni (che ha origini esterne all’organismo)
La predisposizione genetica ha un’incidenza per circa il 20%, mentre il restante 80% è determinato da un insieme di fattori ambientali ai quali siamo continuamente esposti durante la nostra vita.

All’ambiente peraltro sono collegate una quota importante di malattie croniche come alcuni tumori, malattie cardiovascolari diabete e obesità.

– L’ESPOSIZIONE AL SOLE –

La causa principale dell'invecchiamento cutaneo è l'esposizione al sole. Il danno da raggi Ultra Violetti è legato a UVA, UVB, luce visibile e infrarossi; l'esposizione della nostra pelle è quotidiana e continua durante tutto l'anno. La fotoprotezione è ancora adottata poco, e questo porta ad un aumento delle rughe e delle macchie.
La causa principale dell’invecchiamento cutaneo è l’esposizione al sole.
Il danno da raggi Ultra Violetti è legato a UVA, UVB, luce visibile e infrarossi; l’esposizione della nostra pelle è quotidiana e continua durante tutto l’anno.
La fotoprotezione è ancora adottata poco, e questo porta ad un aumento delle rughe e delle macchie.

– IL FUMO –

Il fumo è un fattore di rischio importante in tutte le malattie cardiovascolari e respiratorie ma riveste un ruolo fondamentale anche nell'invecchiamento cutaneo. Le sostanze più dannose, che assumiamo quando fumiano sono per esempio: la nicotina, il piombo, il catrame, la formaldeide e il cadmio. Queste sostanze e molte altre riducono il flusso del sangue e facilitano la degradazione del collagene e della fibrina all'interno della cute. In generale hanno l’effetto di aumentare le rughe e in particolare quelle intorno alla bocca, inoltre producono un incremento delle macchie e la pelle appare con un colorito più spento.
Il fumo è un fattore di rischio importante in tutte le malattie cardiovascolari e respiratorie ma riveste un ruolo fondamentale anche nell’invecchiamento cutaneo. Le sostanze più dannose, che assumiamo quando fumiano sono per esempio: la nicotina, il piombo, il catrame, la formaldeide e il cadmio. Queste sostanze e molte altre riducono il flusso del sangue e facilitano la degradazione del collagene e della fibrina all’interno della cute. In generale hanno l’effetto di aumentare le rughe e in particolare quelle intorno alla bocca, inoltre producono un incremento delle macchie e la pelle appare con un colorito più spento.

– L’ALIMENTAZIONE –

Alimentazione_123rf_30519918_ml
L’alimentazione gioca anche un ruolo importante in quanto fondamentale nell’apportare nutrienti utili al benessere cutaneo. In presenza di carenze specifiche si sviluppano vere e proprie condizioni patologiche ma, anche semplicemente uno scarso apporto di antiossidanti, influenza colorito e idratazione della pelle evidenziando i segni dell’età. Una alimentazione ricca di frutta e verdura e l’assunzione di integratori a base di vitamine antiossidanti e antiradicali liberi portano ad un beneficio sul benessere cutaneo.

– L’INQUINAMENTO –

L'inquinamento, al quale siamo esposti più o meno consciamente, accelera l'invecchiamento cutaneo e amplifica il danno dei raggi UV. Sono soprattutto importanti le microparticelle, il biossido di zolfo, il biossido di azoto e l'ozono, perché le polveri sottili favoriscono l’insorgenza dei radicali liberi, che si formano a causa dei metalli che a loro volta si depositano nei mitocondri. (I mitocondri sono le "centrali energetiche" della cellula; producono l'energia necessaria per molte funzioni cellulari, quali il movimento, il trasporto di sostanze ecc.)
L’inquinamento, al quale siamo esposti più o meno consciamente, accelera l’invecchiamento cutaneo e amplifica il danno dei raggi UV.
Sono soprattutto importanti le microparticelle, il biossido di zolfo, il biossido di azoto e l’ozono, perché le polveri sottili favoriscono l’insorgenza dei radicali liberi, che si formano a causa dei metalli che a loro volta si depositano nei mitocondri. (I mitocondri sono le “centrali energetiche” della cellula; producono l’energia necessaria per molte funzioni cellulari, quali il movimento, il trasporto di sostanze ecc.)

– LO STRESS –

Lo stress incide negativamente su molti aspetti del nostro organismo ma anche su quello cutaneo. Infatti stress e stanchezza determinano un aumento della produzione di cortisolo e una riduzione delle difese immunitarie. L'andamento di molte patologie cutanee come psoriasi e dermatite seborroica, l’herpes le verruche vengono profondamente influenzate dal nostro benessere psicofisico. I lineamenti del viso appaiono più segnati, si accentuano borse e occhiaie e la pelle è diventa più sensibile.
Lo stress incide negativamente su molti aspetti del nostro organismo ma anche su quello cutaneo.
Infatti stress e stanchezza determinano un aumento della produzione di cortisolo e una riduzione delle difese immunitarie. L’andamento di molte patologie cutanee come psoriasi e dermatite seborroica, l’herpes le verruche vengono profondamente influenzate dal nostro benessere psicofisico. I lineamenti del viso appaiono più segnati, si accentuano borse e occhiaie e la pelle è diventa più sensibile.

Fondamentale è quindi la protezione dai raggi UV con fattori adeguati al proprio tipo di pelle, ad eventuali condizioni patologiche preesistenti e in relazione alle nostre abitudini o alle nostre attività lavorative che ci portano ad esporci al sole. Contrastare l’effetto nocivo degli inquinanti ambientali proteggendo la pelle con una adeguata idratazione e seguire una alimentazione sana e equilibrata.