Diagnosi e cure

Menopausa o problemi alla tiroide?
Quando la sovrapposizione di sintomi rende difficile distinguere le due condizioni.

Ti senti irritabile? Stai ingrassando inspiegabilmente? Dormi male? Se sei una donna intorno ai 50 anni probabilmente stara pensando che sia la menopausa. Non saltare però a conclusioni affrettate.

Questi potrebbero anche essere segnali di un iperfunzionamento o ipofunzionamento della ghiandola tiroidea. Altri sintomi comuni alla menopausa e alle disfunzioni tiroidee, come la fatica, la depressione, la perdita di capelli e le vampate di calore, possono rendere difficile distinguere una o l’altra condizione. Essere consapevole di avere qualche disturbo rimane comunque la chiave per gestire entrambe le condizioni.

La buona notizia è che un semplice esame del sangue può aiutare a fare la giusta diagnosi: se il test non trova irregolarità nei livelli di ormoni tiroidei, infatti, si tratterà molto probabilmente di menopausa. In questo caso il consiglio è di rivolgervi al vostro Ginecologo di fiducia.

 

E se invece fosse la tiroide?

La tiroide è una ghiandola a forma di farfalla situata nella parte anteriore del collo. Essa produce ormoni che aiutano a regolare il metabolismo del corpo e permettere a sistema nervoso, cuore, muscoli e altri organi di funzionare correttamente. A volte però fa troppo o troppo poco, in questi casi si parla di:

  • Ipertiroidismo: una tiroide iperattiva può farti sentire nervoso, irritabile e instabile. Si può notare un battito accelerato, sudorazione eccessiva, intolleranza al caldo, frequenti movimenti intestinali, diradamento dei capelli, perdita di peso e mestruazioni irregolari.
  • Ipotiroidismo: una ghiandola ipoattiva può rallentare le funzioni del corpo, provocando rallentamento del pensiero, depressione, sensazione di freddo, stitichezza, debolezza muscolare, mestruazioni irregolari e un metabolismo più lento che può portare a un moderato aumento di peso.

La perdita di memoria, o sensazione di confusione, può essere un segno spesso non riconosciuto di alterazioni tiroidee; inoltre, anche se molto raro, un altro segnale è il diradamento delle sopracciglia.