Diagnosi e cure

Perché cadono i capelli?


La vita di ogni capello del nostro cuoio capelluto è suddivisa in tre fasi: la crescita, il riposo e la caduta. Quando un capello è nella fase di caduta, vuol dire che ha finito il suo naturale ciclo vitale ed è destinato, presto o tardi, a cadere. Con questo principio si perdono, circa, 100 capelli al giorno. Va aggiunto, poi, il concetto che ogni capello della nostra testa è come se fosse indipendente dall’altro. Come spiegarci, allora, che il nostro cuoio capelluto (in assenza di malattie particolari) è sempre coperto di capelli? Se davvero ogni capello ha vita a sé stante, allora dovremmo avere periodi casuali in cui perdiamo più peli e periodi dell’anno in cui abbiamo molti più capelli sulla testa. In realtà esiste un sistema di controllo che permette di mantenere invariato il nostro numeri di capelli, consentendo di avere sempre una “copertura” di peli che protegge il nostro cranio. La spiegazione è semplice: sulla nostra testa i capelli sono suddivisi in vere e proprie “isole”, costituite circa da 5 peli ognuna; il meccanismo di controllo è tale che se uno o al massimo due capelli di un’isola sono in procinto di cadere, gli altri peli della stessa isola saranno ancora in fase di crescita. In questo modo si avrà comunque un turn over continuo di peli sulla nostra testa ma garantendo sempre una “protezione” continua.

Tutto dipende dagli ormoni

Tutto quanto è strettamente regolato da un complicato intreccio di segnali molecolari, enzimi e proteine che lavorano in modo sincrono e armonico e dove a farla da padrone sono sempre gli ormoni. Tutta la vita del capello è regolata da ormoni che ne influenzano la crescita o ne inducono la caduta. L’influenza degli ormoni nella normale vita del capello è così grande che la forma più comune di alopecia, quella androgenetica, è una diretta conseguenza di una troppa sensibilità del capello ad un ormone, il DHT. Vi sono altri tipi di caduta che sono una diretta o indiretta conseguenza dei nostri livelli ormonali. Ad esempio nelle donne durante la gravidanza. Uno dei tanti segnali che indicano che una donna è in dolce attesa è nella forza dei suoi capelli, in altre parole, a causa degli alti livelli ormonali che caratterizzano una gravidanza, una donna in dolce attesa esprime la più alta femminilità possibile anche tramite dei capelli più forti, più robusti e più spessi, come forse non li avrà per il resto della sua vita. A volte purtroppo, dopo il parto, a causa del drastico calo ormonale, molte donne accuseranno una caduta abbondante e anomala”dei capelli. Cosa è successo in realtà?È successo che, a causa degli sbalzi ormonali appena descritti, molti più capelli si sono ritrovati nella fase di caduta. Un segnale che deve sicuramente destare interesse ma non per forza preoccupazione. Deve destare preoccupazione solo se diventa cronico, anche al di fuori del periodo post gravidanza.

La stagionalità

Più genericamente, nell’arco dell’anno, vi sono due periodi ben precisi in cui tutti noi abbiamo dei piccoli eventi di caduta di capelli ancora una volta, causati dai nostri livelli ormonali: gennaio e luglio. La conseguenza è che, a circa tre mesi da quei picchi ormonali, molti più capelli del normale si “sincronizzano” e cadono nello stesso momento: è il fenomeno che potremmo definire “caduta stagionale” e che, bene o male, coinvolge tutti noi.

Che fare in questi casi?

Come al solito la risposta è nella prevenzione. Se un capello è in fase di caduta non si può fare più niente perché è un capello destinato a cadere. Se invece si previene il problema, riusciamo ad arginare, limitare e a volte evitare la caduta. La strategia è quella di allungare la vita del capello, favorendo la sua fase di crescita. Qualora, tuttavia, siamo in piena caduta stagionale, non dobbiamo demordere, nè dobbiamo abbatterci: si può comunque intervenire cercando di favorire la crescita dei nuovi capelli tramite trattamenti opportuni, senza preoccuparci della caduta abbondante che stiamo accusando in quel momento ma guardando al futuro, ai nuovi capelli che il follicolo sta già formando e di cui cercheremo di favorirne la crescita.