Alimentazione

Perdere peso dopo le feste è facile: basta volerlo, senza avere fretta.

Dopo le festività natalizie il pericolo che l’ago della bilancia impazzisca è alto, così come la probabilità di mettere peso aumenta quando il menù natalizio resta costante per tutto il periodo che va da Natale alla Befana. Gli avanzi delle feste sono tra i principali colpevoli dell’aumento di peso, in media dopo le festività vi è un aumento di peso di circa 2 chilogrammi. Con l’arrivo del nuovo anno, tra i numerosi buoni propositi sicuramente c’è anche quello di rimettersi in forma.

Cosa fare per perdere peso?

Nei giorni successivi la festività è indispensabile riprendere un’alimentazione equilibrata, a sfavore di dolci, cotture pesanti (fritti e soffritti, preparazioni elaborate e intingoli), grassi saturi (burro, formaggi, salumi), cereali raffinati e prediligendo cibi a basso potere calorico e alto potere saziante. In particolare, un’alimentazione a base di alimenti disintossicanti, tipici della dieta mediterranea, come cereali integrali, proteine vegetali, grassi sani (pesce, olio extra vergine di oliva), frutta e verdura fresca (cruda o cotta).

Per smaltire gli eccessi delle feste:

  • privilegiate il consumo di legumi (proteine vegetali) ricchi di fibre a basso indice glicemico e ad alto potere saziante che vi permetteranno di tenere sotto controllo la fame;
  • incrementate il consumo di proteine nobili presenti in carni bianche e pesci;
  • limitate il consumo di sale e privilegiate l’uso di spezie ed erbe aromatiche come curcuma, peperoncino, basilico, rosmarino, alloro, peperoncino che vi aiuteranno ad insaporire i cibi e a tenere sotto controllo il senso di fame;
  • eliminate le bevande zuccherine, come succhi di frutta, coca cola, aranciata, vino e superalcolici, evitando così di apportare calorie inutili all’organismo;
  • bevete molta acqua, incrementando l’utilizzo di tisane, spremute, centrifugati, estratti, tutte bevande che vi aiuteranno a depurare, disintossicare l’organismo, a digerire, a sgonfiare, a drenare i liquidi in eccesso, e a contribuire al fabbisogno vitaminico. Inoltre, a fine giornata, una tisana digestiva prima di andare a letto vi aiuterà non solo a sgonfiare ma anche ad allontanare il desiderio del dolcetto.
  • incrementate l’attività fisica. Il movimento è un’arma preziosa contro l’aumento di peso, favorisce la digestione e previene le malattie. Iniziate con un’attività fisica blanda e progressiva: esercizio di tipo aerobico moderato dalla durata di almeno 30-40 minuti a giorni alterni. Lunghe camminate magari in compagnia ti aiuteranno ad aumentare il dispendio energetico. Successivamente associate un’attività aerobica (es addominali) che vi permetterà di liberarvi della pancetta.

E come placare la fame?

Avrete sicuramente più fame perché l’organismo vi richiederà le stesse quantità che avete assunto durante i giorni di festa. Assecondate la fame con grandi piatti di verdura cruda! Ricordatevi, inoltre, di spezzare il senso di fame utilizzando come merenda un frutto fresco, pieno di vitamine e acqua. Se è avanzata della frutta secca, limita il consumo a 3 noci al giorno, perché, nonostante i benefici antiossidanti dati dagli omega-3, l’apporto calorico è molto alto.

Rielaborate gli avanzi

Per evitare di essere costretti a consumare rapidamente gli “avanzi” delle feste, spesso costituiti da cibi elaborati o dolciumi tipici della trazione, esistono diverse alternative:

  • congelate ciò che è possibile, in questo modo andremo a creare delle scorte/alternative da consumare quando magari non abbiamo voglia o tempo di preparare;
  • riutilizzate gli avanzi rielaborando nuove ricette, ad esempio se ad essere avanzato è del formaggio, potreste preparare un rustico ricco di verdura più formaggio, se invece è avanzato dello speck potreste preparare un risotto (riso integrale) alla zafferano con speck e zucca mantecato all’olio d’oliva;
  • donate il cibo avanzato (ovviamente intatto) alle associazioni di volontariato, come le mense dei poveri e le banche alimentari, in questo modo eviterete sprechi e sensi di colpa.

Quindi…

Se durante le festività qualche cattiva abitudine in più è concessa, non dobbiamo commettere l’errore di pretendere un ripristino immediato delle “buone regole”: i progressi verranno poco per volta. Evitate digiuni e diete fai da te o iperproteiche, perché il peso perso potrebbe essere recuperato in poche settimane e, a volte, anche con gli interessi. Il bisogno fisiologico di una dieta detox o la necessità di perdere qualche chilo di troppo dopo le festività è d’obbligo per ripristinare la propria forma fisica e il proprio stato di salute. Inoltre, recuperare la forma fisica pensando già all’estate è sicuramente una buona motivazione per rimettersi in carreggiata.

Dr.ssa Angela Valentino, Biologa nutrizionista,
Ambulatorio di psico-nutrizione, IRCCS MultiMedica