Alimentazione

Reni: 8 regole per mantenerli sani

Adulti over 60, ipertesi, diabetici, obesi, soggetti con familiarità per malattie renali e chi fa abuso di farmaci antinfiammatori e/o antidolorifici. Queste sono le persone più a rischio di Malattia Renale Cronica (MRC), una malattia che colpisce circa 6 milioni di Italiani (il 10% della popolazione!) che quotidianamente devono effettuare terapie mediche, dietetiche e adottare uno stile di vita sano per ridurre il pericolo di MRC. Oltre a tenere sotto controllo il peso, il Dr. Bertoli, Direttore Nefrologia e Dialisi, Gruppo MultiMedica, ci fornisce 8 semplici regole da seguire per mantenere in salute i reni:

  1. Mantieniti attivo e in forma

    L’attività fisica regolare aiuta a controllare la pressione arteriosa e il peso corporeo e perciò riduce il rischio di malattia renale. Il peso corporeo deve essere mantenuto nella norma attraverso un’alimentazione corretta ed equilibrata.

  2. Controlla regolarmente la glicemia

    Circa la metà delle persone con malattia renale ha il diabete. È importante controllare la glicemia con regolarità e mantenerla nei limiti giusti.

  3. Controlla la pressione del sangue

    Dopo il diabete la causa più frequente di danno renale è la pressione del sangue elevata. Il livello di pressione normale è 130/80 mmHg. La pressione alta è particolarmente dannosa per i reni quando è associata ad altri fattori come il diabete, il colesterolo elevato e le malattie cardiovascolari.

  4. Mangia sano e controlla il peso

    Privilegiare una dieta a base di cibi vegetali, come la dieta mediterranea, riduce l’acidità dell’urina e il carico proteico, con conseguente minor lavoro per il rene. Alcune semplici indicazioni nutrizionali possono essere facilmente adottate:
    – mangiare frutta e verdura in abbondanza, sono alimenti che hanno poche calorie e tante vitamine antiossidanti;
    – consumare ad ogni pasto cereali come pasta, riso, farina di mais e pane preferibilmente integrali; cucinare la pasta in modo semplice, per esempio con sughi di verdure;
    – consumare almeno due volte la settimana legumi (ceci, fagioli, fave, lenticchie, lupini, piselli, soia) come fonte di proteine vegetali da sostituire a quelle di origine animale più ricche di grassi;
    – consumare pesce con regolarità, almeno due, tre volte la settimana;
    – ridurre la frequenza settimanale di consumo di formaggi o latticini a due, tre volte la settimana.

  5. Riduci il sale

    Prepara i pasti con ingredienti freschi e riduci il sale aggiunto; usa aromi e spezie per migliorare il gusto; evita il consumo regolare di affettati e formaggi.

  6. Bevi in abbondanza

    Bere circa 2 litri di acqua al giorno permette di eliminare le tossine prodotte dal metabolismo. Questa quantità può variare in relazione a sesso, esercizio fisico, clima, condizioni di salute, gravidanza e allattamento. Le persone che hanno già avuto un episodio di calcolosi renale dovrebbero bere di più, almeno 2-3 litri di liquidi al giorno, per ridurre il rischio di formazione di nuovi calcoli.

  7. Non fumare

    Il fumo aumenta la pressione del sangue e accelera l’invecchiamento dei vasi, ostacolando la circolazione. Se meno sangue raggiunge i reni si riduce la loro capacità di funzionare correttamente.

  8. Evita l’uso abituale di farmaci non indicati dal Medico

    Alcuni farmaci comuni, come gli antinfiammatori (es: nimesulide, ibuprofene, ecc.), possono causare danni al rene se assunti troppo frequentemente. Parla col tuo Medico prima di assumere farmaci per mal di testa, dolori ossei o articolari.

Queste otto, semplici regole appena descritte rappresentano un valido aiuto a preservare la funzione dei nostri reni. La prevenzione, attraverso corretti stili di vita e screening periodici con esami di sangue, urine e, nel caso, ecografia, è un elemento fondamentale nel ridurre la patologia d’organo.