Eventi

Buone vacanze ai donatori! …e ai malati?

Dopo il triste inverno, dopo mesi di strapazzi lavorativi, abbiamo bisogno di riposarci, di distrarci e di portare i pensieri su qualcosa di piacevole. Ormai il periodo per partire verso mete lontane si è dilatato e non è più il “canonico” estivo mese di agosto quello prescelto per viaggiare.

La primavera per molti è certamente una bella occasione per andare in vacanza incontrando culture diverse dalla nostra, visitare nuovi paesi e scoprire orizzonti a noi sconosciuti; o semplicemente sdraiarsi in una spiaggia tropicale gustandosi sole, mare e silenzio.

È anche facile, a differenza di qualche anno fa, recarci in paesi lontani con qualche ora di viaggio. Ma seppur facilmente raggiungibili (e magari sedi di villaggi turistici) il soggiorno nei paesi tropicali, ovvero compresi nella fascia tra i due tropici, presenta inevitabilmente l’esposizione a malattie da noi non endemiche, con tempi di incubazione anche lunghi, non facilmente riconoscibili o più difficilmente valutabili.

Per questo motivo, al rientro, c’è uno STOP di SEI MESI per le donazioni di sangue… una specie di “quarantena” cautelativa che permette ad AVIS, di proteggere i malati dal rischio di trasmissione di malattie in incubazione asintomatica nel donatore! Ci troviamo così nei mesi estivi e in quelli immediatamente dopo l’estate, con un notevole e brusco calo di donazioni, protratto per un lungo periodo.

Come possiamo allora augurare BUONE VACANZE anche ai malati?

Solo facendo scorte adeguate durante il periodo in cui i donatori sono ancora “disponibili”! Quindi, se state pensando di organizzare un viaggio nei prossimi mesi…

PRIMA DONARE E POI PARTIRE!!!

E così saranno buone vacanze per tutti!