Diagnosi e cure

In vacanza tranquilli, anche col diabete

Prima di partire per le vacanze estive, è bene, per chi soffre di diabete, porre le dovute attenzioni e precauzioni per poter beneficiare in assoluta tranquillità di questo periodo.

Il primo consiglio è quello di fare una visita di controllo dal proprio medico di base o diabetologo poco prima della partenza. In questo modo si possono controllare i dosaggi dei propri medicamenti, capire le possibili variazioni dovute al fuso orario (se presente) e studiare i possibili farmaci in caso di bisogno (es. cosa prendere in caso di diarrea del viaggiatore?).

Insieme al medico può essere utile anche preparare il “kit di sicurezza”: un elenco dei farmaci assunti e un certificato medico, utile sia da avere con sé in caso di emergenza, sia per questioni burocratiche in caso di viaggio in aereo. È bene ricordarsi che anche i farmaci preferiscono il fresco. Bisogna stare attenti agli sbalzi di temperatura. Ad esempio il preparato d’insulina è molto sensibile al calore, le penne quindi sono da custodire in luoghi freschi, protetti e asciutti. Una buona idea può essere quella di portare con sé borse termiche.

Bere…alleata della nostra salute, l’acqua è imprescindibile in estate, per tutti ma soprattutto per i diabetici. Aiuta a reintegrare i liquidi persi a causa della sudorazione e della quantità di urine dovuta agli alti livelli di glicemia. Meglio evitare invece il consumo di bibite zuccherine, come coca-cola, gazzosa, tè freddi, succhi di frutta, che possono aumentare i picchi glicemici e insulinici. Tollerate occasionalmente invece le bevande light (es. coca cola zero).

Per il diabete di tipo 2 è molto importante una dieta varia. In estate si può approfittare della frutta e della verdura per 3 porzioni al giorno. Alimenti che sono zuccherini ma che contengono anche tanta acqua per il reintegro dei liquidi.

Riguardo allo sport, sicuramente è un toccasana per tenere controllati i livelli glicemici. Ma bisogna stare attenti alle attività molto intense, perché si rischia l’ipoglicemia. Meglio quindi optare per nuotate in mare o in piscina, o passeggiate, nel tardo pomeriggio o di buon mattino.

L’ultimo consiglio è di stare sempre in guardia. Una complicanza estiva comune è l’ipertensione arteriosa, un fattore di rischio per altre malattie cardiovascolari (come l’infarto o l’ictus). I valori pressori normali sono compresi tra i 140/85 mmHg, attenzione quindi quando i valori superano costantemente la norma.
Meglio controllare i valori pressori, glicemici e di tutte le altre cose “elementari”: ispezione e pulizia dei piedi, regolarità dei pasti, assunzione della terapia corretta.

Seguendo tutti questi consigli, potete stare tranquilli durante la vostra vacanza estiva.

Dr. Cesare Berra, Direttore Dipartimento di Diabetologia e Malattie Metaboliche del Gruppo MultiMedica