Diagnosi e cure

Il Terapista della Mano, un professionista in continua evoluzione

La mano è un organo complesso la cui cura necessita capacità tecniche (chirurgiche e riabilitative) specifiche per tipo di tessuti (osso, tendine, nervi e cute) e peculiari per tipo di patologia.

Così come la chirurgia specialistica della mano è in continua evoluzione (tecniche chirurgiche: artroscopia, endoscopia, osteosintesi ecc.), così la riabilitazione della mano deve adattarsi con protocolli sempre aggiornati. Quindi data la complessità di questo organo, oltre che una chirurgia specialistica deve necessariamente esserci anche una riabilitazione competente.

Da qui nasce la figura del “Terapista della Mano” specializzato a cui appartengono i laureati in fisioterapia e in terapia occupazionale che frequentano post laurea il master di specializzazione in riabilitazione della mano. Il trattamento riabilitativo della mano assume significato sia di prevenzione, applicabile a tutte le situazioni, sia nel senso stretto di trattamento delle lesioni, delle patologie e degli esiti.

Le mani non opportunamente trattate, immobilizzate in maniera scorretta o prolungata tendono ad evolvere in rigidità o a sviluppare danni secondari. Il trattamento fisioterapico è da subito orientato alla prevenzione di tali condizioni e deve essere tempestivo per non dire immediato, opportunamente pianificato grazie alla stretta collaborazione con il chirurgo.

Caratteristica fondamentale nella gestione delle patologie della mano è la collaborazione fra chirurgo e terapista e nonché del paziente che viene chiamato in causa come parte attiva al trattamento. Gli strumenti di cui si avvale il terapista mano sono molteplici e dipendono dagli obiettivi che ci prefiggiamo. Uno strumento di fondamentale importanza è l’utilizzo dei tutori comunemente chiamati anche splint o ortesi.

Sono validi strumenti riabilitativi molto utili nel trattamento di numerose patologie della mano sia in ambito conservativo che post-chirurgico. Ancora poco diffusi in Italia, nel nostro reparto vengono utilizzati da più di 20 anni.

I tutori sono realizzati in materiale termoplastico a bassa temperatura e vengono confezionati su misura, modellati direttamente sulla mano del paziente in base all’evoluzione della patologia e del protocollo riabilitativo.