Studio PROBIOTIKÀ

Studio e messa a punto di nuovi prodotti pro- e prebiotici per la prevenzione e cura di dismetabolismi (PROBIOTIKÀ)

Il progetto PROBIOTIKA’ rappresenta il primo nucleo di aggregazione d’imprese per la creazione di un HUB dedicato alla ricerca, allo sviluppo ed all’industrializzazione di prodotti probiotici innovativi e allo studio di nuovi nutraceutici in grado di prevenire e ridurre gravi dismetabolismi legati agli squilibri del microbiota dovuti alle terapie antibiotiche.

Le attività di Probiotiká si sono focalizzate su:

1) Studio e caratterizzazione di nuovi prodotti pro- e prebiotici per il controllo dell’ipercolesterolemia.
RISULTATI RAGGIUNTI

  • Studio di una nuova miscela di Saccharomyces Cerevisiae (varietà Boulardii), estratto secco di aglio e vitamina B6, utile per supportare la riduzione del tasso di colesterolo nel sangue.
  • Sviluppo di alimenti nutraceutici derivati dalla lavorazione di frutta e verdura, cioccolatini, praline, biscotti con farine speciali (farro/patate) e anche con tartufo, nei quali la carica probiotica sopravvive per 24 mesi a temperatura ambiente. I primi risultati del trial in vivo del mix, hanno dimostrato una riduzione del 10% dei livelli di colesterolo plasmatico dopo 90 giorni di assunzione.
  • Sviluppo di un nuovo prodotto costituito da probiotici Clausii e Saccharomyces Boulardii, prebiotici e vitamine, allo scopo di valutare l’abbassamento dei tassi ematici del colesterolo e di verificare l’efficacia sul macrobiota di riferimento.
  • È stato isolato e caratterizzato un ceppo di Lactobacillus Reuteri che metabolizza BSHase (Bile salts Hydrolase) più velocemente dal 5 al 10%.

2) Studio e caratterizzazione di nuovi prodotti pro- e prebiotici per il controllo dei dismetabolismi connessi con alterazioni del microbiota umano.
RISULTATI RAGGIUNTI

  • Sviluppo di formulazioni alternative con B.Clausii e materie prime alla base di lactive in forma solida: si è raggiunta una concentrazione di B.Clausii pari a 6 mld per bustina (la concentrazione once a day per l’adulto) in combinazione con lattoferrina, pepsina, tiglio, the verde, red grape extract ed ulteriori eccipienti in grado di garantire una buona palatabilità e dispersione.
  • È stato eseguito un test su 700 soggetti free living per le analisi del microbiota. I risultati hanno permesso di individuare una serie di taxa che si associano alle caratteristiche tipiche di dislipidemie e malattie cardiovascolari (CV). Per le malattie CV sono state individuate due nuove taxa, Chorobacteriacee e Shigella, che non sono mai state riportate in precedenza, e loro specie che correlano con la presenza della patologia CV e pattern di sindrome metabolica.