Diagnosi e cure

Le cose da sapere su: come prepararsi per una colonscopia

La colonscopia è un esame temuto, ma di importanza fondamentale per la prevenzione e la diagnosi di lesioni, ulcere, occlusioni e masse tumorali presenti sulle pareti del colon.

Grazie ai consigli del Dr. Felice Cosentino, Direttore dell’Endoscopia Digestiva dell’Ospedale San Giuseppe, saprete perfettamente cosa aspettarvi così, speriamo, non avrete più paura.

Inoltre vi illustreremo il Colon Wash, una diversa tipologia di pulizia del colon, da effettuare prima della colonscopia, che sostituisce l’assunzione del “beverone” la sera precedente all’esame.

Semplici regole sull’alimentazione
Nei giorni precedenti l’esame, è bene seguire con estrema cura alcune semplici regole per non rischiare di dover annullare la colonscopia o rifarla:

  1. Iniziate la dieta 3 giorni solari prima dell’esame.
  2. Nei primi 2 giorni seguite una dieta priva di scorie, cioè senza pasta, riso, pane integrale, verdura, frutta, patate con buccia, legumi, alimenti integrali, frutta secca, confetture, marmellate, olive e sottaceti, succhi di frutta e di verdure (sono concesse spremute filtrate di agrumi o gelatine di frutta).
  3. Evitate in particolare l’assunzione di frutta e verdura con semini (come uva, kiwi, fichi, fragole, melanzane, pomodori e così via). La persistenza di semi nel lume del colon può determinare l’otturazione dei canali di aspirazione del colonscopio con conseguente allungamento dei tempi della colonscopia. Evitare bevande che contengano coloranti rosso o viola.
  4. Potrete mangiare: carne, salumi, pesce, pollame, uova, latticini, patate sbucciate, pane bianco.
  5. Il terzo giorno (quello che precede l’esame), assumete a pranzo esclusivamente liquidi (come ad esempio tè, latte, caffè, liquidi zuccherati, brodo…).
  6. Nel primo pomeriggio del giorno precedente l’esame, seguendo le direttive date al momento della prenotazione, assumete i lassativi prescritti.
  7. In base all’orario della colonscopia, sempre il giorno precedente l’esame, assumete la soluzione per la pulizia del colon, anche questa indicata al momento della prenotazione. Questo processo va ripetuto due volte nell’arco di 3 ore.
  8. Non ingerite alcun tipo di cibo solido ne’ prima (3-4 ore) ne’ durante l’assunzione della soluzione, ne’ nell’intervallo fra la fine dell’assunzione della soluzione e l’esame endoscopico.
  9. Il giorno dell’esame assumete solo liquidi fino a 3 ore prima della colonscopia.

La soluzione per la pulizia del colon: un ostacolo per alcuni. Ecco i trucchi per superarlo!
L’assunzione dei 2 litri di soluzione per la pulizia del colon può essere un ostacolo. Anche in questo caso, , però, ci sono alcuni piccoli trucchi e consigli per migliorarne l’assunzione:

  • Raffreddate la soluzione in frigorifero per renderla più accettabile e, per cambiare il gusto e renderla più facile da assumere, aggiungete tè o altre bevande senza fibre.
  • In caso di nausea distanziate le bevute. Invece di 1 litro all’ora potete passare a 1 litro ogni 2 ore.
  • Se non si riuscite a bere tutto, non riducete da soli la quantità di liquido da bere, ma contattate il vostro Medico di famiglia o il servizio di endoscopia dove si dovrà eseguire l’esame: andare all’appuntamento senza aver osservato le indicazioni del Centro può comportare la non esecuzione dell’esame o una colonscopia incompleta (che dovrà poi essere ripetuta).

Il Colon Wash, una soluzione semplice e indolore per sostituire il “beverone”
In cosa consiste? E’ una pratica semplice, indolore, priva di effetti collaterali e si avvale solo di due elementi fondamentali, l’acqua e l’esperienza del terapista. Il paziente è comodamente disteso sul lettino dapprima sul fianco sinistro e dopo l’inserimento della cannula rettale si può girare se preferisce in posizione supina.

La cannula ha due vie una, per l’ingresso dell’acqua a pressione controllata e microfiltrata e l’altra per l’espulsione del materiale fecale.

Dura circa 45 minuti, viene eseguita appena prima della colonscopia con livelli di pulizia uguali a quelli ottenuti con la preparazione classica. Non serve il digiuno, non si assumono grandi volumi di liquidi in un tempo ristretto e magari con un sapore sgradevole, non è necessario rimanere nei paraggi di una toilette il pomeriggio precedente e non ci sono effetti indesiderati come nausea, senso di ripienezza epigastrica, gonfiore addominale, a volte crampi.

Prima di eseguire il colon wash il paziente viene sottoposto ad un colloquio medico, per accertare le controindicazioni e le indicazioni alla successiva colonscopia.