MultiMedica

IL GRUPPO

Prima di tutto viene l’etica

Non si limita ad una serie di principi cui attenersi, ma costituisce la visione complessiva delle attività di MultiMedica, la sua missione, la sua ragion d’essere. E l’etica significa anteporre le persone e il loro benessere a qualsiasi altra considerazione. È così che il malato, la sua famiglia e il suo medico curante sono il centro dell’attività di assistenza, cura e ricerca del nostro Gruppo.

Da enunciazione di principio, l’etica diventa concreta e palpabile nella pratica quotidiana, attraverso percorsi di assistenza e cura personalizzati, calibrati sulle esigenze e caratteristiche di ogni singolo individuo. L’innovazione scientifica, le apparecchiature tecnologiche più avanzate, la competenza professionale sono solo strumenti al servizio del paziente, in un’ottica di rispetto, sicurezza, responsabilità e trasparenza.

Perché non si tratti solo di uno slogan, perché la restituzione al paziente della centralità che gli spetta diventi realtà, l’organizzazione ospedaliera deve essere profondamente trasformata rispetto ai modelli oggi più in voga e adattata ai suoi bisogni. Prevenzione, diagnosi, processo terapeutico, decorso post-terapeutico, processo di riabilitazione e home care devono costituire un processo assistenziale continuo. Per questa ragione, MultiMedica ha invertito la logica di progressiva frammentazione in unità operative specialistiche e ha deciso di adottare strutture dipartimentali con lo scopo di condividere le risorse umane, fisiche e di know-how professionale.

La collaborazione diventa allora un concetto essenziale che si traduce in una struttura “aperta”:

  • ai Medici di Medicina Generale, perché possano utilizzare i servizi e le professionalità presenti al nostro interno anche attraverso informazioni mirate e aggiornamenti continui
  • ai parenti, perché possano dare assistenza e sostegno ai propri familiari
  • alle istituzioni, in un rapporto di collaborazione biunivoca con Asl, altre strutture ospedaliere e Università

Il nostro obiettivo non si limita dunque ad assicurare dei servizi sanitari di eccellenza, ma salute, intesa come miglioramento complessivo della qualità di vita della popolazione.